Negroamaro

IGT Salento

Negroamaro

 

 

IGT Salento

Vitigno: Negroamaro 100%. 
Denominazione: IGT Salento.
Zona di produzione: Puglia, Salento
Tenore alcolico: 13%

Esame organolettico.

Colore: rubino scuro, profondo, con riflessi quasi neri
Profumo: profumo intenso e persistente, fruttato con sentori di ribes nero e frutti di bosco, speziato con note di timo. 
Sapore: vino di corpo, vellutato e armonico, con finale lungo e sapido
Temperatura di servizio: 16°-18° C
Abbinamento consigliato: Primi piatti robusti, carni in genere, selvaggina, formaggi stagionati e piccanti

Coltivazione
La coltivazione predominante è quella ad alberello pugliese con circa 5.500 piante per ettaro, delle quali il 25% è a coltivazione a espallier.

Terreno
Il Negroamaro è coltivato su terreni pianeggianti, a circa 100 m. sul livello del mare, con temperature medie alte ed una piovosità particolarmente bassa. I terreni sono a grana medio-argillosa, con profondità abbondantemente sotto il metro.

Vitigno 
Il Negramaro è uno dei vitigni più importanti della Puglia, e più precisamente del Salento. Non ci sono notizie certe sulle origini di questo vitigno, tuttavia possiamo affermare con buona sicurezza che la sua coltivazione risale all’epoca della colonizzazione greca, nel VII-VIII secolo a.C. Questa tesi sembrerebbe confermata dal nome Negramaro, che non deriverebbe, come sostengono alcuni, dal nome dialettale “niuru maru, usato dai locali, né tantomeno dal suo gusto amarognolo, ma da due parole indicanti entrambe il colore nero: la latina Nigra e la greca Mavros, utilizzate insieme per sottolineare l’intenso colore nero, scuro, sia della buccia dell’uva che del vino ottenuto.

Vinificazione
Le uve raccolte al momento della loro completa maturazione dopo la diraspatura e pigiatura, sono sottoposte a fermentazione con macerazione in vinificatori termo-condizionati. Dopo il processo di svinatura del mosto, si ha la fermentazione malolattica e l’affinamento in acciaio e bottiglia.

Il vino
Vino intenso e suadente, dal frutto integro e maturo, che riesce a fondere mirabilmente la sua struttura importante, viva e quasi carnosa, con una appropriata componente acida e dei tannini ben definiti

TECHNICAL SHEET